Proseguendo la navigazione sul sito accetti l’uso dei cookies Accetto
+

Keisse e Viviani vincono la Sei Giorni di Gent

Ritorna alla panoramica

Una prestazione maiuscola del Team Deceuninck – Quick-Step all’evento finale dell’ultimo giorno li proietta al primo posto. Una corsa all’americana epica, senza tempi morti e con più azione che in un film di supereroi di Hollywood, incorona Iljo Keisse and Elia Viviani – che hanno corso questa settimana per i vessilli del Team Deceuninck – Quick-Step –  come i vincitori della 78ma Sei Giorni di Gent, un’edizione vissuta sul filo, con tre coppie in lotta per la vittoria fino all’ultimo giro.

Nonostante fossero scivolati al secondo posto dopo la penultima notte, le speranze di Iljo e Elia non si sono affievolite ma anzi erano ancora più motivate il sesto giorno, quando hanno fatto la loro apparizione nel leggendario Kuipke Velodrome. Una vittoria spettacolare nella gara a eliminazione a squadre ottenuta da Viviani che ha dato una iniezione di fiducia alla coppia, che ha sorpassato i rivali nella classifica generale.

A tre gare dal termine, la testa della classifica cambia nuovamente, ma Keisse ha ancora qualcosa da dire e perfeziona una vittoria nello scratch, che assicura alla coppia un vantaggio di sei punti prima dell’ultima prova, la corsa all’americana. Durante la gara, I rivali del Team Deceuninck – Quick-Step hanno provato a mettere i ragazzi sotto pressione, tentando attacchi su attacchi, ma le loro azioni non hanno avuto esito poichè Iljo e Elia hanno risposto a ogni singola mossa e hanno mantenuto il gruppo compatto fino a metà gara, quando Robbe Ghys e Kenny De Ketele sono finalmente sfuggiti alle loro manette e sono riusciti a prendere un giro di vantaggio.

Ma la risposta del nostro team è arrivata solo pochi minuti dopo. I ragazzi hanno respinto una nuova offensive dei loro avversari più vicini, che ancora una volta però hanno preso la testa della corsa e hanno persino pensato di poter tornare a casa con il titolo. È seguito un breve armistizio, prima che Keisse si involasse come un razzo e guadagnasse il giro che ha riportato il Team Deceuninck – Quick-Step Team nuovamente al comando.

Il favorito di casa e Viviani hanno conquistato più punti possibili agli sprint intermedi, per cercare di allungare il loro vantaggio, e hanno inflitto un duro colpo psicologico con una serie di attacchi che hanno reso impossibile alle altre squadre il poter rientrare in gara. Alla fine, la gara si è conclusa con Iljo ed Elia che festeggiavano un trionfo molto combattuto e memorabile, il 76 ° della stagione della nostra squadra, di fronte alle centinaia di fan che hanno mostrato la loro incrollabile passione e sostegno durante tutta la settimana.
Gent è la più bella tra le gare di sei giorni nel mondo!

"Chiedete a ogni corridor e avrete sempre la stessa risposta, tutti amano il pubblico e l’atmosfera incredibile", parole di Iljo dopo la sua settima vittoria in 15 partecipazioni. "Sono passati tre anni dalla mia ultima vittoria qui ed ero super motivato a fare bene insieme a Elia, che è un corridore fenomenale. Abbiamo dato tutto, giorno dopo giorno ed essere ricompensati con il trofeo e con gli applausi e i complimenti dei fan ci rende molto felici e orgogliosi."

Gent-Day-6.jpg

Per Elia Viviani, la vittoria di domenica ha segnato un anno veramente notevole in cui ha vinto non meno di 18 gare su strada (incluse sette tappe nel Grand Tour e il titolo nazionale) e il titolo europeo di inseguimento a squadre.

"Mi sono innamorato di questa splendida gara e della fantastica atmosfera fin dalla mia prima partecipazione, qualche anno fa. Questa vittoria, che sono felice di poter condividire con una leggenda delle gare di sei giorni come Iljo, viene dopo una stagione esaltante per me ed è qualcosa che ricorderò per sempre”, ha detto il primo italiano in 18 anni ad aver vinto la Sei Giorni di Gent.