Notizia

Industry Digest Marzo 2021

Nel nostro riassunto delle notizie di settore di marzo, parliamo di un piano croato di decarbonizzazione del settore edile e di un interessante dibattito italiano sulle spese deducibili per un eco-bonus. Diamo anche uno sguardo all’ultima acquisizione di un software BIM da parte di Arkance e al progetto di successo sulla realtà aumentata di una scuola nei Paesi Bassi.

Il Croatian Green Building Council ha lanciato una campagna su vasta scala per decarbonizzare completamente il settore edile. #BuildingLife è una campagna pluriennale, volta ad attuare un ambizioso Piano Verde Europeo. L’obiettivo è creare forti misure di sostenibilità, concentrandosi sulla prosperità economica e mantenendo standard comuni di eccellenza. Il lancio di #BuildingLife segna il quinto anniversario dell’adozione dell’Accordo di Parigi, un accordo internazionale legalmente vincolante per ribaltare il cambiamento climatico.

Il settore delle costruzioni è noto per avere un grande impatto ambientale. Attraverso un’intensa collaborazione tra settore pubblico e privato, la campagna #BuildingLife è determinata ad influenzare le politiche europee, portando al cambiamento necessario per limitare tale impatto al minimo assoluto. Leggi la storia completa qui.

 

Building Life

 

Si accende il ibattito sulla deducibilità delle spesa per eco-bonus i in Italia

Con il lockdown che ci ha tenuto tutti a casa, molte persone hanno deciso di iniziare a ristrutturare le loro case negli ultimi dodici mesi. Lo scorso anno il governo italiano ha firmato un decreto sugli eco-bonus che, si spera, motiverà gli italiani in fase di ristrutturazione a scegliere soluzioni eco-compatibili.

Il Decreto Ministeriale del 6 agosto 2020 ha introdotto le richieste tecniche per un Eco-bonus e un nuovo tetto alle installazioni di finestre e schermature solari. Le ultime linee del decreto hanno suscitato un crescente dibattito finanziario. Tali linee indicano che i costi sono da considerarsi al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative all’installazione e implementazione delle tecnologie. La grande domanda è: cosa si intende esattamente nei termini “servizi professionali” e “opere complementari”? Continua a leggere qui.

 

Eco-bonus

 

Il progettista di software BIM Agacad si unisce al leader europeo Arkance

La trasformazione digitale è oggi una delle principali sfide del settore delle costruzioni. Arkance Systems, che fa parte del gruppo francese Monnoyeur, è il leader in rapida ascesa nel mercato europeo della progettazione assistita da computer (CAD) e del Building Information Modeling (BIM). Nell’ambito di un’ambiziosa strategia di crescita, la società ha recentemente annunciato l’acquisizione di Agacad, un produttore lituano di modellazione delle informazioni sugli edifici e tecnologia di gestione. Il software Agacad è attualmente utilizzato da 13.000 professionisti BIM in 130 paesi.

“Agacad ha dimostrato la sua capacità di sviluppare tecnologie digitali innovative di livello mondiale che offrono nuove opportunità e grandi guadagni di produttività per i settori edile e manifatturiero. Siamo lieti di poter utilizzare questa conoscenza per supportare i nostri clienti nel loro viaggio digitale “, afferma Gregoire Arranz, presidente del consiglio di amministrazione di Arkance.

Fondata 30 anni fa, Agacad può essere considerata un pioniere delle tecnologie digitali per il settore delle costruzioni. “Entrare a far parte del gruppo Arkance ci offre i mezzi per attuare pienamente la nostra visione di creare soluzioni per il settore edile”, afferma Donatas Aksomitas, presidente di Agacad. “Questo ci consentirà di servire gli attuali clienti Agacad nei cinque continenti in modo ancora più efficiente”. Leggi l’articolo completo qui.

 

New BIM software

 

AR aiuta gli studenti a scoprire la tecnologia

Con la Giornata nazionale della tecnologia nei Paesi Bassi rinviata a causa del COVID, gli organizzatori dell’evento hanno dovuto essere creativi per offrire agli studenti un’alternativa a prova di coronavirus. La soluzione: la realtà aumentata. Si è scoperto che l’AR era un modo perfetto per introdurre i giovani di tutto il paese al mondo della tecnologia.

I progetti scolastici pratici e le visite alle aziende tecnologiche sono fuori discussione per ora. Ma grazie all’AR, che aggiunge un livello virtuale pari  alla realtà, è perfettamente possibile portare robot e macchine nella stanza di uno studente tramite un tablet o un telefono cellulare. “La tecnologia AR ci consente di proiettare animazioni o oggetti nella realtà delle loro case, in modo che possano vederli, ascoltarli e girarci intorno”, afferma l’organizzatrice Marjorie Woudenberg. “Vogliamo che questi giovani entrino in contatto con le meraviglie della tecnologia. Se non può accadere a scuola, lo faremo semplicemente a casa loro “. Leggi di più qui.

 

AR technology for Students