Notizia

Industry Digest maggio 2021

Nella nostra rassegna mensile di notizie di architettura e design, ascoltiamo il CEO di Deceuninck Europe, Stijn Vermeulen, mentre parla delle innovazioni e degli sviluppi recenti dell’azienda, e osserviamo il crescente interesse di Stati Uniti e Canada per le finestre “made in Europe”. Facciamo anche un salto alla conferenza online Sustainable Cities ed esploriamo la piattaforma @WomeninArchitectureBelgium.

Stijn Vermeulen (Deceuninck Europe) riflette su sviluppi e innovazioni recenti

Stijn Vermeulen, CEO Europe di Deceuninck, è stato recentemente intervistato da Bauelemente, una delle più importanti riviste tedesche del settore. Ripensando al suo primo anno e mezzo in questa posizione, Vermeulen parla delle principali sfide e opportunità che lui e l’azienda stanno attualmente affrontando.

Questi 18 mesi sono stati un periodo emozionante per Deceuninck, con l’introduzione della tecnologia a fibre ottiche ThermoFibra e l’espansione della piattaforma iCor nel mercato tedesco. “Il mercato tedesco è molto importante per noi – dopotutto, è il più grande mercato dei serramenti in Europa.” Leggi l’intervista completa (in tedesco) qui.

Stijn vermeulen

I mercati americani e canadesi amano le “finestre europee”

Ora più che mai, oltreoceano il “made in Europe” è un vero e proprio marchio di qualità. Man mano che gli Stati Uniti e il Canada si interessano sempre più alla sostenibilità, la loro domanda per soluzioni edili efficienti dal punto di vista energetico sta raggiungendo il picco. L’International Energy Saving Code (IECC), che è stato adottato da molti stati e governi locali negli USA, e il Dipartimento dell’energia statunitense (DoE) sono sempre più interessati alle tecnologie ad alta efficienza energetica nei sistemi per finestre.

Le prestazioni dei serramenti in termini di isolamento sono essenziali per il bilancio energetico complessivo e per il comfort delle abitazioni. Pertanto, il DoE statunitense ora richiede di prestare maggiore attenzione ai materiali utilizzati per il telaio, alla scelta dei vetri e all’uso di modanature distanziatrici di qualità. Per i produttori europei che sperano di entrare in contatto con il mercato statunitense e canadese, ciò apre una finestra di nuove opportunità. Leggi l’articolo completo (in croato) qui.

Europese ramen

Occhi puntati sulla conferenza online Sustainable Cities 2021

Quanto sono verdi le città polacche? Questa è stata una delle domande principali emerse durante la conferenza Sustainable Cities che si è tenuta a Varsavia (Polonia) l’11 maggio scorso. Durante la conferenza online gratuita sono stati condivisi i risultati della seconda edizione della classifica polacca delle città sostenibili. Questo studio ha esaminato da vicino le strategie e le iniziative di sostenibilità delle 50 città più grandi della Polonia. I viceministri polacchi hanno anche presentato aggiornamenti su importanti iniziative nazionali, come la “Politica urbana nazionale 2030”, i programmi “Aria pulita” e “Stop Smog”, e possibili opzioni di investimento verde.

L’obiettivo principale di questa conferenza, a cui hanno partecipato rappresentanti delle città, architetti, urbanisti e imprese edili, era quello di promuovere lo sviluppo sostenibile a ogni livello del governo locale del Paese, nonché dare un’idea del percorso fatto dalle città polacche verso lo sviluppo sostenibile. Continua a leggere sulla conferenza qui o visita il sito ufficiale per registrarti e scoprire i dettagli del programma.

Sustainable cities

Il Belgio rende omaggio alle donne nell’architettura

Unendo le forze, le organizzazioni di architettura belghe hanno creato una piattaforma che dia alle donne che lavorano nel campo dell’architettura un meritato posto sotto i riflettori: @WomeninArchitectureBelgium.

Ogni settimana, un’architetta prende il controllo dell’account e pubblica stimolanti contenuti su di sé e sulla sua vita da architetta. I follower possono farsi un’idea del suo studio, del suo lavoro e delle sue principali ispirazioni professionali. Il progetto, lanciato a marzo, proseguirà per un totale di 52 settimane. L’architetta Tine Broos (KRAS Architecten) ha maturato questa idea dopo che è stata invitata a un progetto simile nel Regno Unito.

Leggi di più qui e segui il progetto su Instagram qui.

Vrouwen in architectuur